di Pasquale Guardascione

 

I campi in terra battuta del Tennis Club Averno
I campi in terra battuta del Tennis Club Averno

POZZUOLI – Ha ottenuto dei risultati molto prestigiosi in ambito regionale e provinciale il Tennis Club Averno. Sono diversi i giovani che forgiati nel glorioso club di Arco Felice si sono affacciati nel panorama nazionale. “Attualmente Simone Cacciapuoti è un giovane under 16 tesserato del nostro circolo è stato impegnato ai Campionati Italiani di categoria distinguendosi per le doti fisiche  è alto 1.80 ed un diritto di classifica superiore – spiega Roberto La Guardia, direttore tecnico del Club Averno -. Marco Zotti, classe 1993, con classifica 2.5 sta provando a farsi largo nei tornei Futures ottenendo risultati confortanti“.  Ma anche le squadre del sodalizio flegreo si sono ben disimpegnate. “Gli under 14 maschili composti da Michele Riccio, Lorenzo Maffia, Eugenio Iafanti e Alessio Cocca hanno superato i gironi provinciali e raggiunto il tabellone regionale, perdendo solo dalla testa di serie n. 1 del Tc Caserta – continua La Guardia -. In quanto alle squadre veterani abbiamo iscritto 6 formazioni nelle diverse categorie e la squadra degli over 70 è stata vice-campione regionale dietro il Railaway Sports di Fuorigrotta. La squadra di serie C (Zotti class. 2.5 – Cacciapuoti class. 3.1 – Sanges class. 3.3 – La Guardia class. 3.5 – Di Bonito class. 4.1) ha raggiunto i quarti di finale ad un passo dalla fase nazionale, sfortunata nel perdere 4/3 al doppio di spareggio con CT Agropoli“.

 

Le amichevoli tra Averno e Helios
Le amichevoli tra Averno e Helios

Tra i giovanissimi promettenti da menzionare le recentissime promozioni di metà anno degli allievi Michele Riccio (4.5), Eugenio Iafanti (4.5), Lorenzo Maffia  e Francesca Dentico (4.6). “Ieri si è conclusa la stagione della scuola tennis con la consegna delle pagelline tecniche di fine anno: gli allievi che hanno avuto voti inferiori al 6 prima dell’inizio della nuova annata scolastica dovranno sostenere una prova di gioco per verificare i miglioramenti ottenuti durante l’estate – conclude La Guardia -.  Infine, molto divertenti sono state anche le gare amichevoli contro circoli di tennis della zona tra cui molto bene è riuscito l’incontro con l’Helios di Marano del maestro Nino Cangiano“.