POZZUOLI – Dopo le polemiche dei giorni scorsi sulle lunghe attese per ricevere tamponi e sulla mancanza di informazione, l’ASL Napoli 2 Nord interviene nuovamente per fornire ulteriori chiarimenti sul “cosa fare” se si è di rientro da un viaggio all’estero.

LA PROCEDURA – In una nota Facebook, l’Azienda Sanitaria fa sapere che: «I residenti dell’ASL Napoli 2 Nord che abbiano fatto rientro dal 29 luglio ad oggi dall’estero, devono segnalarsi all’ASL con una mail indirizzata a [email protected] entro le 24 ore dal rientro in Italia, specificando: dati anagrafici (nome, cognome, data. luogo di nascita, codice fiscale). In caso di nucleo familiare sarà necessario elencare il tutto per ogni singolo componente; Indirizzo di residenza o di domicilio; Numero telefonico o di cellulare di riferimento; Cognome e nome del medico curante e/o pediatra; Paese di provenienza; Data di rientro. La mail verrà presa in carico subito. Il servizio di Epidemiologia contatterà chi si è segnalato, con l’indicazione del luogo per effettuare il tampone. La scelta dei tempi e dei modi è fatta dagli epidemiologi per evitare risposte falsamente negative. In attesa del risultato del tampone, ciascun viaggiatore deve osservare l’isolamento domiciliare.Per ulteriori informazioni è possibile chiamare ai numeri 081.188.40.924 / 138 / 925 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 13.»

LE POLEMICHE – Le proteste, tuttavia, non si placano. Diversi cittadini, infatti, continuano a lamentare la difficoltà a contattare telefonicamente l’ASL e il mancato riscontro alle auto-segnalazioni effettuate già da diversi giorni. Per l’Azienda Sanitaria i tempi di attesa sono dovuti a precise scelte degli epidemiologi, al fine di evitare risposte falsamente negative, ma c’è chi continua ad imputarli alla mancanza di organizzazione della struttura sanitaria.