IMG-20160805-WA0005POZZUOLI – Un vero e proprio accampamento tra degrado e rifiuti quello che hanno sgomberato nelle grotte del Rione Terra, ieri mattina, i Vigili Urbani di Pozzuoli diretti dal comandante Carlo Pubblico. Uno scenario quasi apocalittico visibile solo dal mare, quello in cui viveva un gruppo di “giramondo” che aveva scelto da qualche settimana le grotte del Rione Terra come residenza  momentanea. Tende, ombrelloni, tavoli, utensili da cucina, giacigli di fortuna tutto immerso tra sporcizia e rifiuti. Questo è quello che i “caschi bianchi” del Comune di Pozzuoli hanno trovato ieri negli anfratti affacciati sul mare, posti ai piedi dell’antica rocca. I clochard hanno avuto accesso al “riparo” di fortuna passando per la scogliera che dalla darsena arriva quasi a Via Napoli.

LO SGOMBERO – Lo sgombero (che non è il primo negli ultimi mesi) è arrivato nella mattina di ieri dopo diverse segnalazioni, fatte anche dal nostro giornale, sull’occupazione delle grotte. Al momento dello sgombero però ad occupare l’accampamento abusivo era solo un cittadino tunisino che è stato identificato e condotto presso il comando di Polizia Municipale.

LE FOTO