POZZUOLI – L’Asl Napoli 2 Nord sta effettuando con grande attenzione l’attività di tracciamento dei diversi casi di positività al COVID19 verificatisi sul proprio territorio. Ad oggi sono poco più di 1.000 i cittadini risultati positivi al COVID19 tra la popolazione di circa 1 milione di abitanti residenti nei 32 Comuni di competenza dell’Azienda. L’Azienda per avvicinare alla vaccinazione i giovanissimi ha realizzato un tour nelle piazze e sulle spiagge con un proprio camper che ha permesso di somministrare oltre 2000 prime dosi in sei giorni. L’iniziativa continuerà da domani 4 agosto fino a sabato 7 agosto dalle ore 19.00 alle 23.00 con quattro nuove tappe a: Caivano (mercoledì 4 agosto in Piazza Cesare Battisti); Crispano (giovedì 5 agosto nella Villa Comunale); Casoria (venerdì 6 agosto in Via Marconi 91/103; Qualiano (sabato 7 agosto in Piazza del Popolo).

VACCINI SENZA PRENOTAZIONE – L’Asl Napoli 2 Nord garantisce la vaccinazione senza prenotazione presso tutte le proprie sedi vaccinali a tutti i cittadini residenti sul proprio territorio. Data la riduzione delle attività vaccinali dovuta alla minore richiesta, l’Azienda ha ridotto i propri hub dai 23 originari a 6. Resteranno aperti per l’intero mese di agosto tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00 le seguenti strutture: Pala-Trincone – Monteruscello – Pozzuoli; VIII Circolo Didattico – Lago Patria – Giugliano; Palestra Liceo E. Segrè – Mugnano; Biblioteca Comunale – Frattaminore; Palazzo Lu.Mo. – Afragola. Il centro vaccinale di Ischia, invece, lavorerà esclusivamente sulla base delle prenotazioni.

I PERICOLI – Dice Antonio d’Amore: “La vaccinazione di massa ci ha permesso di rallentare il contagio, ma in questi ultimi giorni i numeri dei positivi stanno crescendo, anche a causa dei comportamenti sconsiderati di alcuni. In particolare stiamo assistendo ad atteggiamenti pericolosi soprattutto da parte di giovanissimi. Stiamo monitorando con grande attenzione quanto accade in alcune zone delle isole, del litorale e in alcune piazze in cui si concentrano locali o si celebrano feste. In questi luoghi, ogni sera, centinaia di giovanissimispesso non vaccinati – adottano comportamenti pericolosi non rispettando le norme sul distanziamento e sull’uso della mascherina. Invito le altre autorità del territorio a vigilare ancora di più per contenere questi fenomeni ma, allo stesso tempo, faccio un appello ai ragazzi affinché assumano comportamenti più responsabili e meno pericolosi. Non possiamo vanificare tutto il lavoro fatto per qualche serata di irragionevole divertimento.”