carmine_ferrarioQUARTO – E’ stato arrestato subito dopo aver spacciato hashish nei pressi della sua abitazione, finendo a Poggioreale.  Si tratta di Carmine Ferrario, 39 anni, già noto alle forze dell’ordine e già protagonista di un arresto per tentata estorsione: nelle vesti di parcheggiatore abusivo aveva chiesto soldi a due carabinieri liberi dal servizio.

SPACCIATORI BRACCATI – Continua, dunque, senza sosta l’opera di repressione del fenomeno dello spaccio di droga da parte dei carabinieri della tenenza di corso Italia. Gli uomini del comandante Leonardo Rosano erano appostati in via Santa Maria, non lontano dalla casa del 39enne. Hanno visto tutto: l’avvicinarsi di un cliente e lo scambio hashish-denaro. Subito intervenuti, hanno perquisito l’abitazione, rinvenendo quasi un etto di “fumo” diviso in 36 stecche e un bilancino di precisione. L’acquirente aveva con sé ancora l’hashish appena cedutogli da Ferrario ed è stato segnalato al Prefetto.

L’ARRESTO DA PARCHEGGIATORE – Nel novembre del 2014, Ferrario ed altre tre persone finirono nei guai dopo aver cercato di impedire a due militari in abiti civili di entrare in una discoteca di via Campana. Poco prima avevano chiesto soldi nelle “vesti” di abusivi della sosta. In quella occasione Carmine Ferrario finì ai domiciliari in attesa di direttissima, per incompatibilità con il regime carcerario per motivi di salute. Come detto, continua incessantemente l’opera dei carabinieri della tenenza di Quarto contro gli spacciatori, con arresti già messi a segno nel rione 219 di via De Gasperi e nella villa comunale Giovanni Paolo II, nonché all’interno di una pizzeria.