sigaretteQUARTO – Nella sua abitazione i finanzieri hanno trovato ben 60 chili di sigarette nascoste nei mobili della cucina e del salone. Così è finito nei guai A.M., 56 anni, residente in via Consolare Campana a Quarto. L’uomo è stato arrestato, processato per direttissima e condannato dal Tribunale di Napoli a un anno e quattro mesi di carcere (con pena sospesa) e con l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

IL SEQUESTRO – La scoperta del deposito di sigarette di contrabbando è arrivata durante un’attività di controllo del territorio messa in campo dagli uomini del Gruppo Guardia di Finanza di Pozzuoli, diretti dal Maggiore Michelangelo Tolino. Il 56enne, già gravato da precedenti specifici, è stato trovato dai finanzieri in possesso di alcuni pacchetti di sigarette di contrabbando. A quel punto è scattata la perquisizione presso l’abitazione dell’uomo che ha consentito di rinvenire circa 60 kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando di marche varie. Dopo le formalità di rito le sigarette sono state sequestrate e l’uomo arrestato e condannato.