di Ivan Pacifico

Il bar Chirico negli anni '50
Il bar Chirico negli anni ’50

POZZUOLI – Ancora aperto e accogliente nonostante la forte crisi che negli ultimi tempi costringe ad abbassare molte saracinesche. Oggi compie 62 anni di attività il “Chirico” lo storico e famoso bar, uno dei pochi locali di Pozzuoli sopravvissuti alle ultimi crisi, che affaccia sul bellissimo lungomare nei pressi del porto. E per festeggiare l’anniversario che questa sera andrà in scena una grande “Sangria Party”. Non mancheranno altri tipi di alcolici e apertivi e , per addolcire il palato, dolci e pasticcini accompagnati da un bicchierino di prosecco, tutto offerto dalla “casa”.

 

Il bar Chirico oggi
Il bar Chirico oggi

TRE GENERAZIONI – Un bar storico aperto a Pozzuoli negli anni ’50. Un bar da tre generazioni. È il 1950 quando l’Italia attraversa un importante periodo economico tra forte produzione e imprenditoria conosciuto, ormai, come il “boom economico” degli anni ’50. Nel 1953 il signor Antonio Chirico, il nonno materno dell’attuale gestore Antonio Di Lorenzo, apre il locale proprio nel centro di Pozzuoli di fronte il porto, a Via Cristoforo Colombo. «Mio nonno aprì questo bar che è stato tramandato in generazioni e che oggi compirà i suoi 62 anni di attività. Tutto ciò non è poco in tempi di crisi come questi – racconta Lorenzo che gestisce il bar insieme ai fratelli – Mio nonno ha vinto la prima e unica “Tazza d’Oro” nel 1959 , per il miglior caffè della Campania». E stasera grande festa per celebrare il sessantaduesimo anniversario di uno dei primi bar nati nel dopoguerra.