Il consigliere Della Corte
Il consigliere Della Corte

POZZUOLI – Sei consiglieri comunali del PD di Pozzuoli si schierano contro il loro “collega” di partito Niki Della Corte. E’ la sintesi della lettera firmata dal capogruppo Gigi Manzoni e dagli altri 5 democrat Salvatore Caiazzo, Domenico Pennacchio, Elio Buono, Gennaro Testa e Procolo Terracciano. Ma è anche un messaggio subliminale inviato al sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia per dire: “Noi siamo con te”. L’unico consigliere del PD a non firmare il documento è stato Vincenzo Daniele.

I MOTIVI – La lettera arriva dopo alcune dichiarazioni che Della Corte ha rilasciato in merito allo “stop delle nuove licenze commerciali” e altre prese di posizione che – a detta dei firmatari – vanno contro il lavoro svolto dall’amministrazione e dal gruppo consiliare di sua appartenenza.

LETTERALA LETTERA – I consiglieri del Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Pozzuoli, prendono le distanze dalle dichiarazioni diffuse da consigliere Della Corte attraverso emittenti televisivi locali e social network. Il costante e sterile tentativo di differenziarsi è culminato, da ultimo, con affermazioni lesive dell’immagine, della correttezza e della trasparenza comportamentale dell’intero consiglio comunali. Il consigliere Della Corte non ha nè i titoli nè lo spessore, più di altri, per ergersi a paladino della trasparenza e della legalità. I consiglieri del Partito Democratico di Pozzuoli, sono impegnati quotidianamente per garantire la massima trasparenza e correttezza dell’azione di governo della città guidata dal sindaco Figliolia che, nel merito, non ha mai derogato. Con tale spirito e con enormi sforzi ci stiamo adoperando per determinare condizioni di sviluppo del territorio dando piena attuazione al programma di governo sottoscritto da tutte le forze della coalizione e sul quale i cittadini ci hanno riposto la propria fiducia.