di Stefano Erbaggio

Lo sversamento illegali di rifiuti in via Solfatara
Lo sversamento illegali di rifiuti in via Solfatara

POZZUOLI – Gli ispettori ambientali del Comune di Pozzuoli intervengono contro l’abbandono di rifiuti in via Solfatara. Ieri, giovedì 31 luglio, un gruppo di ispettori ha presidiato i cassonetti installati nei pressi del Parco d’Isanto, dove il nostro giornale da settimane denuncia l’abbandono indiscriminato di rifiuti fuori orario da parte di cittadini provenienti da tutto il territorio comunale con la conseguente formazione di una vera e propria micro-discarica. I volontari del Comune hanno elevato numerose sanzioni, cogliendo in flagranza tanti cittadini che caricano la propria immondizia in automobile per poi abbandonarla in zona a tutte le ore. Pare che questi cassonetti siano utilizzati da quei cittadini serviti dalla raccolta differenziata ma che, per pigrizia o scarsa conoscenza, non la effettuano correttamente.

 

LE REAZIONI – Alcuni cittadini si sono scusati, chiedendo anche informazioni rispetto alla raccolta differenziata, altri hanno reagito in maniera aggressiva. «Qualche giorno fa – racconta Milena Grosso, uno degli Ispettori Ambientali coinvolti nel presidio – abbiamo sanzionato un signore residente a Casoria, venuto qui per liberarsi dei propri rifiuti». Gli Ispettori Ambientali stanno presidiando anche le are di raccolta del Comune, per sensibilizzare e migliorare la qualità della raccolta differenziata.«Nell’arco di due ore – continua l’Ispettore Ambientale – siamo arrivati ad elevare anche 6-7 sanzioni». Va ricordato che un’apposita ordinanza sindacale fissa a 100 euro la sanzione per chi getta i rifiuti fuori dall’orario stabiliti, che va dalle 20.00 alle 24.00.

 

I RESIDENTI – L’intervento comunale è stato accolto positivamente dai residenti. «Finalmente il Comune è intervenuto – si sfoga Teresa Volpe, residente della zona – chiunque ferma la propria macchina per gettare immondizia qui, e la puzza è insopportabile»