Guardia CostieraPOZZUOLI – Fine settimana intenso per gli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli, in piena attività lungo la fascia di costa compresa fra Pozzuoli ed il Garigliano, nell’ambito della più vasta operazione “Mare Sicuro 2016”. Alle prime ore dell’alba di domenica, presso la sala operativa dell’Ufficio Circondariale marittimo
di Pozzuoli, è giunta, al numero dedicato alle emergenze in mare 1530, una chiamata di
soccorso da parte di un diportista rimasto con i motori in avaria al centro del Golfo di Pozzuoli.

L’INTERVENTO DI SALVATAGGIO – Sul posto è stata inviata, immediatamente, la motovedetta SAR CP807, dedicata proprio ai soccorsi, di stanza ad Ischia, che dopo aver preso a bordo gli occupanti, tutti sulla ventina d’anni, e che si presentavano in buono stato di salute, ha provveduto a porre in sicurezza l’imbarcazione presso il porto di Baia. La giornata è proseguita con numerosi interventi finalizzati alla tutela della sicurezza e
dell’ambiente.

SANZIONI – La motovedetta di polizia CP 711, dislocata presso il dipendente Ufficio locale marittimo di Baia, ha dovuto procedere ad elevare numerose sanzioni a diportisti che in località Miseno avevano ormeggiato entro la fascia dei 100 metri dalle coste a picco.