POZZUOLI – Si terrà domani mattina, alle 10, la manifestazione di protesta promossa dalla Funzione Pubblica Cisl della Campania e di Napoli e dalla Fials davanti al palazzo della Regione. I sindacati chiedono che venga scongiurato il rischio di 41 licenziamenti all’interno del gruppo Serapide, che si occupa di assistenza ai malati con problemi psichiatrici, autistici e riabilitativi. A prender parte alla manifestazione il leader regionale della FP Cisl Lorenzo Medici. Tutto ha avuto inizio a dicembre scorso quando sono cessati i contratti di appalto con la Asl Na/2 per le strutture sanitarie intermedie Iside, Dedalo e Osiride. Poco dopo, sono iniziate le procedure che si concluderanno giovedì 24 con il licenziamento, nonostante la disponibilità espressa dalla società capogruppo di voler avviare 3 nuove strutture (Horus,
Villaricca Riabilitazione e Via Campania 223) con oltre 80 posti letto complessivi, sufficienti a ricollocare il personale alla prese con la scadenza del 24. L’incontro tra il sindacato e il direttore amministrativo dell’Asl Napoli 2 Francesco Balivo per sollecitare l’accreditamento e l’autorizzazione non ha dato alcun esito. «Abbiamo espresso – dicono le OOSS all’Ansa – le nostre preoccupazioni per il pesante disagio che può comportare al malato disabile e per l’impossibilità di effettuare terapie riabilitative senza l’assistenza familiare in loco, ma il
dirigente ci ha risposto in modo arrogante ed inaccettabile”.