POZZUOLI – «In merito agli avvenimenti politici di cui si discute in questi giorni nella nostra città, il nostro partito intende esprimere pubblicamente alcune considerazioni.
Italia Viva ha aderito lealmente ad un percorso politico volto a costruire il futuro governo della città di Pozzuoli, concordando i presupposti di una possibile alleanza con tutti i soggetti presenti al tavolo di coalizione. -fa sapere il coordinatore per l’area flegrea di Italia Viva Fabio Costigliola, uno dei nove alleati della coalizione di centrosinistra- Tra i punti unanimemente condivisi vi è stato il riconoscimento del Partito Democratico come soggetto legittimato ad esprimere la candidatura a sindaco della città. La dialettica interna al PD va dunque rispettata, fin quando non rischi di travolgere un progetto che non può essere frenato da personalismi, dovendo porsi, come obiettivo primario, il rafforzamento di una coalizione politica ampia e coesa, capace di muoversi in continuità con il lavoro già svolto, innovando e migliorando il più possibile.»

NESSUN ULTIMATUM – «Italia Viva -aggiunge Costigliola- dunque non pone ultimatum, ma invita il Partito Democratico a considerare gli effetti che possono prodursi con il protrarsi di una contrapposizione tra due personalità interne al partito. Invitiamo pertanto tutti gli otto soggetti con cui abbiamo sottoscritto le indicazioni che ci tengono uniti, a restare saldi negli impegni assunti, evitando che la legittima dialettica interna al PD divenga motivo, o forse alibi, per perseguire ulteriori e diversi assetti di coalizione. Invitiamo allo stesso tempo gli amici del PD a fare presto una scelta univoca, che possa dedicarsi al lavoro programmatico e politico che attende la coalizione.»