Un tratto di via Campi Flegrei, ex Domitiana
Un tratto di via Campi Flegrei, ex Domitiana

POZZUOLI – Ha minacciato di morte i poliziotti che lo avevano riconosciuto, nei pressi di un centro scommesse, nell’ora in cui doveva trovarsi a casa agli arresti domiciliari.  Franco Sannino, pregiudicato di 42 anni, è stato arrestato venerdì mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli diretto dal vice questore Pasquale Toscano. L’uomo, sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, con permesso di assentarsi dalla sua abitazione dalle 10,00 alle 12,00, è stato notato dai poliziotti nel corso dei normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, alle 12,45 in Via Domitiana. Inutile il tentativo di eludere l’arresto, affermando che il suo ritardo in strada era da attribuire al fatto che si era intrattenuto nella Stazione dei Carabinieri, distante circa 200 metri dove era stato fermato.

 

MINACCE DI MORTE – I poliziotti hanno accertato che, effettivamente, l’uomo si era recato dai Carabinieri, ma era andato via da quella struttura un’ora e mezza prima; un lasso di tempo considerevole per percorrere solo 200 metri. Resosi conto di non poter giustificare in alcun modo quel ritardo, Sannino ha iniziato ad inveire contro i poliziotti, minacciandoli di morte e ritorsioni nei loro confronti. Inutili i tentativi di calmare l’uomo, anche da parte di alcuni passanti che avevano assistito alla scena. L’uomo è stato arrestato, perché responsabile dei reati di evasione, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale e condotto alle camere di sicurezza della Questura, per essere giudicato, nella mattinata di domani, con rito per direttissima.