POZZUOLI – Non c’è stata solo la visita ai cantieri dove si sta lavorando per i collegamenti sotterranei tra la tangenziale ed il porto. Il governatore De Luca ha risposto anche sullo stato in cui versa l’altro fronte dei trasporti flegrei, quello su ferro: «Nelle dichiarazioni prgrammatiche, quando ci siamo insediati, ho detto di non voler fare come quelli prima di me e cioè scaricare sul passato le responsabilità. In questo caso ho l’obbligo di ricordare un dato storico: abbiamo perso cinque anni di tempo per avere annullato tutte le delibere precedenti all’inizio della scorsa legislatura per l’acquisto di materiale rotabile. E’ stata una scelta drammaticamente irresponsabile».

CALDORO RESPONSABILE – In altre parole la giunta Caldoro, con l’assessorato ai Trasporti nelle mani di Sergio Vetrella, sarebbero i grandi reponsabili dello scempio che migliaia di napoletani, compresi ovviamente i residenti nei Comuni flegrei, vivono ogni giorno. «Abbiamo fatto passare cinque anni senza acquistare un solo treno: è un delitto – ha proseguito l’ex sindaco di Salerno – La situazione è ancora più grave se consideriamo che per l’acquisto di nuovi treni ci vogliono almeno 18 mesi per la consegna. Tutto ciò ha creto una situazione che ci trascineremo nel medio periodo».

COME NEL 2009 – E i cantieri per il raddoppio dei binari annunciati come prossimi alla consegna nell’oramai lontano 2009? L’ex assessore regionale, Ennio Cascetta, visitando i cantieri della linea Circumflegrea così si esprimeva: «Il raddoppio della Circumflegrea nella tratta più trafficata consentirà di migliorare notevolmente il servizio, che ancora oggi vede spesso treni superaffollati. In particolare, dal 2012 si potrà raggiungere la frequenza di un treno ogni 10 minuti. Su questa linea e sulla Cumana abbiamo avviato negli anni scorsi un grande programma di ammodernamento di binari e stazioni». Era l’8 settembre di sei anni fa. E i toni trionfalistici dell’ex uomo della giunta Bassolino suonano oggi come una presa per i fondelli. Ma un po’ di ottimismo arriva dal consigliere regionale Luca Cascone, presidente della commissione Trasporti. Il quale ha spiegato che il cantiere fermo dal 2011 e riguardante la stazione Cantieri di via Fasano, ripartirà a breve. I lavori prevedono anche l’abbattimento della stazione “Pozzuoli” di via Sacchini. Non resta dunque che sperare che quanto annunciato questa mattina da De Luca e Cascone non subisca la stessa sorte delle dichiarazioni dell’ex assessore Cascetta. I toni erano pressocchè identici, con una piccola differenza: nel settembre del 2009 si era già in campagna elettorale per la conquista di Palazzo Santa Lucia e la pompa magna la si poteva anche comprendere. Oggi un po’ meno.