Lucrino BalbeazionePOZZUOLI – Con ordinanza numero 45 del 20 Maggio, il Sindaco di Pozzuoli ha vietato la balneazione sul litorale di Arco Felice – Lucrino nel tratto che va dal Lido Augusto alle Stufe di Nerone. Le analisi effettuate dall’Arpac, in seguito ad un prelievo eseguito a Lucrino il 17 Maggio 2016, hanno registrato la presenza di batteri fecali oltre il limite consentito.

arpacLE ANALISI ARPAC – I due parametri microbiologici determinanti ai fini della balneabilità sono le concentrazioni di Enterococchi intestinali ed Escherica e risultano entrambi, nel punto di prelievo routinario, superiori ai limiti di legge. Per la prima è stato misurato un valore di 344 (il limite è 200) mentre per la seconda un valore di 1184 (limite 500). Nel punto studio di prelievo, le analisi condotte nello stesso giorno risultano invece nelle norma. Anomalia, da approfondire, che probabilmente ha spinto l’Arpac a sconsigliare la balneazione e il Sindaco ad ordinare il divieto.

 I RISCHI PER LA SALUTE – La ricerca di questi batteri è effettuata essenzialmente perché la loro presenza segnala condizioni di fecalizzazione. Dal momento che l’uomo emette miliardi di batteri per grammo di feci, l’Escherichia coli è assunto come principale indicatore di contaminazione fecale, insieme agli enterococchi intestinali, e consente di stimare il rischio igienico-sanitario legato alla possibilità di contrarre malattie a propagazione oro-fecale (da virus, elminti, salmonelle, leptospire, eccetera).

LE CAUSE – La presenza di Escherichia coli e di enterococchi è legata all’esistenza di scarichi diretti di fognature non depurate oppure scarichi mal depurati o mal disinfettati. Al Comune e all’ASL il compito di individuare le fonti di inquinamento ed eliminarle in modo che il mare torni ad essere balneabile.