di Stefano Erbaggio

Un "lanciatore" di spazzatura
Un “lanciatore” di spazzatura

POZZUOLI – Sacchi di farina, cartoni di vino, bustoni pieni di lattine, piatti e bicchieri di carta, rifiuti di grosse quantità riconducibili ad attività commerciali. Continua l’ assalto agli ultimi cassonetti dell’immondizia in via Solfatara, come molteplici sono i disagi dei residenti della zona, invasi dai rifiuti durante la giornata. Sull’arteria cittadina sono rimasti gli ultimi cassonetti dell’immondizia indifferenziata, mentre quelli della vicina via Vigna sono stati rimossi in seguito all’estensione, in quella zona, del servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti. Durante la notte tra sabato e domenica l’immondizia strabordava dai cassonetti, invadendo il marciapiede e impedendo il transito dei pedoni. Tra i rifiuti spiccano grandi sacchi neri o trasparenti, contenti materiali in plastica ed alluminio perfettamente differenziati, contenitori in polistirolo per la conservazione degli alimenti, sacchi di carta per la farina ed un menù di un matrimonio.

 

L’INCIVILTA’ – La quantità di rifiuti nei sacchetti è enorme, e questo, insieme alla loro tipologia, fa pensare che non provengano da utenze domestiche bensì dalle varie attività commerciali (in questo caso ristorative) del territorio. Pare, infatti, che alcune utenze ristorative non ancora siano servite dal servizio di raccolta dei rifiuti indifferenziati da parte della De Vizia. Gli ultimi cassonetti di Pozzuoli fungono da sfogo e raccolgono i rifiuti di incivili e di chi ha oggettive difficoltà, riempiendosi a qualsiasi ora del giorno mentre i residenti lamentano il conseguente tanfo. I Vigili Urbani sono intervenuti con sanzioni e controlli, ma il via vai di cittadini che gettano rifiuti a qualsiasi ora del giorno, come dimostrano le foto scattate questa domenica, sembra inarrestabile.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]