POZZUOLI – Annullava gli scontrini, probabilmente facendo finta di inserirli nelle buste con la spesa, e intascava i soldi. Un cassiere del supermercato Decò del Rione Toiano è finito nei guai. L’uomo è stato denunciato ieri sera dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli che sono intervenuti dopo una segnalazione. Da settimane, ormai, il titolare aveva accertato cospicui ammanchi negli incassi e soprattutto notevoli incongruenze tra la contabilità del magazzino e quella in uscita. Secondo una prima ricostruzione dei fatti il dipendente infedele registrava, infatti, regolarmente la somma di denaro per poi annullare il tutto prima di completare l’operazione in modo da razziare parte degli incassi. Con l’azzeramento degli scontrini veniva così cancellata ogni traccia di contabilizzazione della merce in uscita. L’annullamento dello scontrino è un’operazione che solitamente viene eseguita sul registratore di cassa nel caso di errori di battitura per scongiurare l’imputazione di incassi erroneamente registrati. Ad incastrare il cassiere, oltre ai sospetti del titolare, sono state le immagini del sistema di videosorveglianza del supermercato.