ambulanza881MONTE DI PROCIDA – Un’ambulanza con un equipaggio pronto ad intervenire sul territorio. E’ quanto chiedono i cittadini residenti nel piccolo centro flegreo, preoccupati delle conseguenze derivanti dalla chiusura al traffico veicolare di via Salita Torregaveta, l’arteria che insieme con via Spiaggia Romana rappresenta da sempre la sola via di fuga per chi vive in paese e il percorso più breve per raggiungere l’unico Pronto Soccorso vicino, quello dell’Ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli.

OSPEDALE TROPPO LONTANO – Un punto di emergenza locale, anche soltanto temporaneo, dal momento che con la viabilità attuale, i tempi di percorrenza per un’ambulanza tra questo Comune e il nosocomio rischiano di essere troppo lunghi. «Specialmente nei week-end o durante le ore di punta, nel caso in cui un’ambulanza del 118 dovesse soccorrere qualcuno, impiegherebbe quasi un’ora per raggiungere Monte di Procida – spiega un montese – e lo stesso varrebbe per arrivare poi alla struttura ospedaliera. Un tempo sufficiente – aggiunge provocatoriamente – per morire e resuscitare».

frana-torreg-1VIABILITA’ AL COLLASSO – Una necessità che è stata palesata all’indomani del cedimento della provinciale, già percorribile soltanto a senso di marcia alternato regolato da semaforo a causa di un analogo dissesto verificatosi lo scorso anno. La soluzione-tampone proposta dai cittadini se per un verso potrebbe rasserenare gli animi sin troppo accesi della cittadina flegrea, dall’altro contribuirebbe certamente a scongiurare il rischio di isolamento della popolazione. Tempi ancora incerti per l’apertura dei cantieri e la messa in sicurezza dell’arteria. Intanto, dalla Città Metropolitana fanno sapere che si lavora a ritmo serrato per procedere quanto prima al ripristino di Salita Torregaveta.