GIUGLIANO – I militari della stazione dei carabinieri di Appiano sulla strada del vino hanno denunciato a piede libero due turisti napoletani ipotizzando a loro carico il reato di appropriazione indebita. Al buon esito dell’attività d’indagine hanno contribuito i militari della centrale operativa del Gruppo CC di Napoli, quelli della Stazione di Secondigliano e quelli della compagnia d’intervento operativo del 10° Reggimento “Campania”. Poco prima di Natale un uomo , spacciatosi per turista, aveva preso a noleggio due mountain-bike elettriche presso un noto esercizio commerciale di Appiano s.s.d.v. con impegno a restituirle entro quattro giorni. L’uomo è quindi sparito e al titolare del noleggio altro non è rimasto da fare che raccontare tutto ai carabinieri del luogo che prontamente hanno iniziato le indagini. Giunti all’indicazione dell’indagato e del suo complice, con l’aiuto dei militari dell’Arma partenopea, hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione della Procura della Repubblica di Bolzano presso due abitazioni in Secondigliano e Giugliano in Campania (NA). Probabilmente i due truffaldini ciclisti non avevano messo in conto che da così tanto lontano sarebbero arrivati i carabinieri, credendo probabilmente di averla fatta franca. Le due biciclette, del valore complessivo di quasi novemila euro, già sono state riportate ad Appiano e restituite al proprietario. I due indagati dovranno ora rispondere del reato d’appropriazione indebita innanzi al tribunale di Bolzano. Ai sensi delle vigenti norme, ovviamente agli stessi è riconosciuta la presunzione d’innocenza fino a quando non ne sia stata legalmente provata la colpevolezza (Dir. UE 2016/343).