POZZUOLI – Buona la prima anzi ottima la prima diremmo per sfuggire ad incipit retorici in chiave cinematografica. la Puteolana 1902 è tornata a scuola ma con gli occhi e lo spirito di un bambino che ha voglia di farlo dopo mesi trascorsi a casa lontano dai campi, dopo il chiacchiericcio, il polverone dei disordini societari e le vicissitudini che ben poco hanno a che spartire con i 90 minuti di gioco. I granata oggi hanno stupito tutti, zittendo in malo modo gli scettici e i contestatori che annunciavano catastrofi sportive e sconfitte umilianti. Orfana dei neoacquisti Hemrick e Bebeto bloccati da noie fisiche e intoppi burocratici, gli uomini guidati da De Martino si sono resi protagonisti di una prova rocciosa caparbia e di carattere riuscendosi ad imporre per due reti ad una contro il Città di Fasano, una squadra assai più preparata e con ambizioni importanti.

GARA CONDIZIONATA – De Martino ha preparato una partita attendista e di rimessa ed è riuscito nell’intento di contenere discretamente le manovre ospiti con una retroguardia attenta con un protagonista autorevole: il suo capitano Davide Monteleone. Si vociferava inoltre che in campo quest’oggi sarebbe scesa la squadra puteolana juniores, ma l’unico giocatore della primavera è stato il numero undici D’Errico, autore tra l’altro di un’ottima prova. Primi 45 minuti condizionati dal maltempo; una pioggia incessante e raffiche di vento hanno condizionato fortemente il gioco costringendo il direttore di gara a sospendere temporaneamente la partita al 24′. Pochi minuti prima erano stati dei tifosi con un lancio di fumogeni e di una bomba carta da una zona vicina alle gradinate.

IL TRIPUDIO – Si riparte dopo qualche minuto; la Puteolana tiene bene il campo concludendo la prima frazione sullo zero a zero. Nei secondi 45 minuti cala la pioggia e sale in cattedra un Fasano pressante e propositivo. Ma sono i padroni di casa a trovare la rete del vantaggio: al 69′ è il numero 9 granata Caterino a sorprendere la difesa ospite ed a beffare con un pallonetto il portiere. Vantaggio granata che dura pochi minuti. Dall’altra parte il portiere De Lucia allontana in malo modo una punizione velenosa dalla destra; ne approfitta il numero 6 Russo che pareggia i conti. Città di Fasano che sembra credere nella vittoria riuscendo ad essere pericolosa in almeno due circostanze con Cavaliere e Narese. Ma al 92′ in pieno recupero un’incursione di Festa squarcia la tranquilla e forse troppo docile difesa ospite. Il numero 7 granata con una serpentina sulla sinistra riesce a raggiungere il fondo ed a mettere un cross basso sul primo palo; sulla palla si avventa il neo entrato Medina che con una zampata riesce a mettere il pallone in porta. Una rete fondamentale che sostanzia l’impegno e il carattere mostrato in campo dai granata quest’oggi. Puteolana che onora al meglio, seppure con qualche difficoltà, il debutto stagionale in serie D.