De Simone insieme al presidente Mattarella

POZZUOLI – Tra le persone che hanno lavorato dietro le quinte per organizzare la storica visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Rione Terra di Pozzuoli c’è Cristian De Simone, presidente della cooperativa “Regina Pacis”. De Simone, giovane avvocato puteolano, ha accolto il capo dello stato al Museo diocesano insieme a due ex detenuti tra i protagonisti del progetto: Maria Teresa Cioffi, 39 anni, aspirante guida pastorale; e Giampaolo Sasha, 17 anni, origini brasiliane, che punta anch’egli a diventare una guida. I tre hanno salutato Mattarella e il ministro della giustizia Marta Cartabia e spiegato loro il progetto e le bellezze custodite tra le mura dell’antica rocca, su tutte la tela di Artemisia Gentileschi “San Gennaro all’Anfiteatro”. 

L’INCONTRO – Dopo una breve chiacchierata con Mattarella e con il ministro della giustizia Marta Cartabia, De Simone ha regalato agli ospiti miele e ceramiche prodotti dai giovani della “Cittadella dell’Inclusione” di Quarto gestita della fondazione di Don Gennaro Pagano. “Hanno mostrato grande sensibilità, attenzione ed empatia verso i nostri ragazzi oltre allo stupore per le bellezze del Rione Terra, in particolare della tela di Artemisia  e dei suoi colori. Questa visita rappresenta per noi un motivo di orgoglio e ci gratifica per il lavoro svolto finora. Il Ministro Cartabia ha inoltre particolarmente gradito il miele che le abbiamo regalato, in quanto si è detta amante del genere.” ha raccontato Cristian De Simone che, insieme a Don Gennaro Pagano e al vescovo Gennaro Pascarella, è stato tra i pochi, per protocollo, a parlare con il capo dello stato.