Pastore in gol oggi
Pastore in gol oggi

POZZUOLI – Missione compiuta! La Puteolana disputerà il play out in casa contro il Real Metapontino, un vantaggio non da poco anche alla luce del fatto che la compagine lucana resta l’unica squadra, assieme al Matera, ad essere stata battuta al Conte. L’assenza di D’Ascia consegna una maglia da titolare a Esperimento, a centro della difesa ecco Salvati e Russo, con Scognamiglio a centrocampo a fare coppia con Visciano. Come da pronostico il trio D’Auria, Fioretti e Manco era a supporto di Pastore.

 

LA PARTITA – Gara non certo spettacolare che specialmente nella prima frazione ha vissuto lunghi momenti di stanca con le squadre che avevano difficoltà a creare. Entrambe le compagini in campo sembravano essere più attente a ciò che accadesse altrove piuttosto che al match che stavano giocando. Ne viene fuori un primo tempo brutto e soporifero con lo 0 – 0 che è la più naturale della conseguenze. Nella ripresa la Puteolana pare spingere con maggiore convinzione e dopo tre minuti passa in vantaggio con Pastore che sfrutta un rimpallo su un piazzato di Salvati e fa secco l’estremo pugliese, che nell’azione del gol si infortuna e lascia il terreno di gioco. Da Taranto intanto arrivano ottime notizie, i padroni di casa sono avanti 2 – 0 e la Puteolana ha un piede e mezzo nel play out in casa. I granata gestiscono la gara e sfiorano il raddoppio con Manco ben imbeccato da D’Auria. A 13′ arriva il pareggio del Brindisi con Ancora che realizza da centro area, la gara diventa nervosa i brindisini spingono alla ricerca del raddoppio che rispedirebbe la Puteolana allo spareggio in casa del Metapontino, ma la gara finisce 1 – 1 e la Puteolana potrà giocarsi tutte le chance salvezza tra 15 giorni tra le mura amiche del Conte. Raggiunto lo scopo minimo di fine stagione ora bisognerà ritrovare smalto e tranquillità per non essere beffati in maniera amara proprio tra le mura amiche.

 

 

Mister Potenza soddisfatto a fine partita
Mister Potenza soddisfatto a fine partita

POTENZA – «Non posso fare altro che ringraziare questi ragazzi per quanto hanno fatto almeno nella mia gestione» – esordisce così mister Potenza. «Ho preso questa squadra due volte all’ultimo posto e adesso siamo arrivati al quintultimo posto, ragion per cui io li devo solo ringraziare per come hanno fatto fino adesso e credo forse che per loro è il giusto premio. Niente ancora abbiamo fatto perchè siamo a giocarci la vita fra quindici giorni, sarà una partita difficile perchè i due risultati su tre esistono alla fine dei centoventi minuti, ragion per cui ci sarà ancora da soffrire e da lottare però è giusto che questi ragazzi abbiano capitalizzato quanto fatto in questo periodo almeno dalla mia seconda gestione» – sottolinea il tecnico dei granata. Il Brindisi è arrivato in quel di Pozzuoli facendo la sua partita, cercando di trarre il massimo al fine di conquistare una posizione play-off poi sfumata a vantaggio del Monospolis. «Il Brindisi è stato un’avversario che non ci ha regalato nulla. Annoverano tra le loro fila giocatori importanti, credevano anche nei play-off ed era anche giusto così. A me è dispiaciuto non poter chiudere la gara nella parte centrale della ripresa perchè potevamo tranquillamente fare il 2 a 0 e il 3 a 0, però siamo stati imprecisi, pazienza.»  Tra quindici giorni i ragazzi di mister Potenza, saranno chiamati, tra le mura amiche del “Conte”, a portare a termine, nello spareggio play-out contro il Real Metapontino, quello che era l’obiettivo di inizio stagione, cioè la salvezza. «Dobbiamo avere senza dubbio i piedi per terra, perchè noi abbiamo pareggiato tanto che potrebbe essere importante però quando meno te lo aspetti perdi. Quindi di conseguenza noi dobbiamo entrare in campo per vincere. Però ci sono quindici giorni di tempo per questa gara, dobbiamo un attimo prima rilassarci per qualche giorno e poi ricaricare le batterie» – conclude mister Potenza.

 

Angelo Greco, Gennaro Volpe