foto pistola
La pistola utilizzata per la tentata rapina

NAPOLI – Gli agenti del Commissariato di Polizia Montecalvario hanno tratto in arresto Carmine Forte, 23enne napoletano, responsabile di tentata rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Erano circa le 00.40 quando gli agenti di una pattuglia del Commissariato Montecalvario, impegnati nel servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati in genere, transitando per il corso Vittorio Emanuele in direzione piazza Mazzini, hanno udito delle urla provenire da poco lontano, di una donna che invocava disperatamente aiuto.

 

L’AGGRESSIONE – Considerato che a causa dei festeggiamenti dovuti al noto evento sportivo tenutosi nella serata, nonostante la tarda ora, vi erano molti veicoli in strada che non consentivano un rapido intervento, gli operatori sono scesi dall’auto di servizio e facendosi largo tra le numerose auto in coda, si sono diretti nella direzione da cui provenivano le grida. Percorsi alcuni metri la scena che è apparsa davanti agli occhi dei poliziotti, si mostrava ben chiara ed inequivocabile. Un giovane, successivamente identificato per Carmine Forte, brandendo una pistola, spintonava due ragazzi che si trovavano a bordo di uno scooter modello SH di colore grigio, posto al centro della carreggiata e, con la minaccia della pistola, gli intimava di scendere dal motociclo.

 

L’INTERVENTO DEI POLIZIOTTI – Nel contempo, la giovane ragazza seduta al posto del passeggero, urlava invocando disperatamente aiuto mentre il ragazzo alla guida, spintonato violentemente e sotto la minaccia dell’arma si accingeva a scendere dallo scooter. Il tutto avveniva sotto gli occhi spaventati dei diversi astanti che, fermi in strada, presumibilmente spaventati dall’arma, restavano impietriti ad osservare la scena. Gli agenti sono intervenuti tempestivamente in soccorso dei due giovani in strada, riuscendo a disarmare Forte, preservando l’incolumità del giovane sotto minaccia e delle diverse persone presenti in strada. Quest’ultimo, vistosi bloccato ha reagito violentemente, dapprima dandosi a precipitosa fuga, tentando di salire a bordo di uno scooter modello SH di colore nero, sul quale lo attendeva il complice poco distante.

 

L’ARRESTO – Successivamente, vistosi raggiunto e vedendo il complice che al contempo spaventato si dava alla fuga abbandonandolo sul posto, ha reagito violentemente cercando di guadagnare la fuga colpendo con gomitate e pugni i poliziotti, i quali, però, sono riusciti ad avere la meglio. Giunti in Commissariato, gli agenti hanno appurato che l’arma utilizzata da Forte è risultata essere una “Automatic Bruni” con munizionamento a salve, priva del previsto tappo rosso e rifornita con due cartucce. Carmine Forte, che annovera diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato quindi dichiarato in arresto e tradotto al carcere di Poggioreale.