croci rotonda killer licola (4)
Le croci alla rotonda killer di Licola

POZZUOLI – Dodici croci bianche con altrettanti nomi di vittime della strada e una croce più grande con scritto “Fa che non sia tua”. Protesta shock all’incrocio “killer” di via Montenuovo Licola Patria a Pozzuoli, dove da due giorni sulle rotatorie stradali sono state apposti i simboli religiosi. L’iniziativa è stata messa in campo dall’Associazione italiana Vittime della strada e dal Comitato “Riqualificare Licola” per sensibilizzare automobilisti e autorità competenti sulla pericolosità dell’incrocio che negli ultimi mesi è stato teatro di numerosi incidenti. Al centro delle polemiche ci sono la precarietà delle due rotatorie di “fortuna” formate da new jersey, la scarsa visibilità, la segnaletica e il manto stradale che rendono poco sicura l’intersezione tra via Montenuovo Licola Patria, via dei Platani e via Pozzuoli Licola, nei pressi dell’impianto di depurazione di Cuma-Licola.

 

INCROCIO KILLER – Una protesta forte che ha coinvolto automobilisti e residenti che da tempo chiedono maggiore sicurezza lungo l’asse viario. L’ultimo incidente è  andato in scena lo scorso 21 aprile quando, al rientro della pasquetta, tre auto si scontrarono lungo via Montenuovo Licola Patria, fortunatamente senza registrare particolari conseguenze per gli occupanti delle vetture. Ben più grave invece lo schianto avvenuto una settimana prima, durante il quale un motociclista di 30 anni rimase gravemente ferito a seguito di un incidente con un’automobile.   

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]