VOLLA (NA) – Derby campano per la retrocessione tra due squadre in estrema difficoltà, che stentano in campionato dove il loro obiettivo massimo è diventato (o è sempre stato) appunto: non retrocedere. Al campo neutro dello stadio “P. Borsellino” di Volla in campo per la sedicesima giornata di Serie D girone H, i padroni di casa della Puteolana 1902  hanno ospitato la Real Agro Aversa. I “diavoli rossi” occupano l’ultima posizione in classifica, a quota 8 punti, inseguono ormai il miraggio di una vittoria che manca dalla prima giornata di campionato. Il Real Aversa è al 14° posto reduce dall’amara sconfitta interna contro l’AZ Picerno. I flegrei in settimana hanno annunciato l’insediamento in panchina di una vecchia conoscenza granata Andrea Ciaramella, che già nel 2019 aveva guidato i Flegrei in Eccellenza favorendo la promozione in Serie D.

IL MATCH – Il ritorno di Ciaramella coincide senz’altro con una ripresa intesa come risveglio dei Flegrei che l’allenatore aveva abituati così bene al gioco del calcio, al fraseggio alla costruzione del gioco dal basso. Risveglio dunque ma graduale, perché il tecnico di Durazzano ha avuto meno di una settimana per preparare gli undici in campo alla partita. Praticamente meno di una presentazione, il tempo di intuire preferenze e stabilire i primi concetti di gioco. Tempo che però è servito quest’oggi a vedere una Puteolana meno impacciata, più disposta al gioco, al fraseggio e alla predisposizione offensiva. Si torna al 3-4-3 quello che aveva animato una tifoseria e illuminato sogni di gloria. Il match si è concluso sullo 0-0; reti bianche che scontentano ambo le compagini in cerca, come si è detto di punti preziosissimi in chiave salvezza. Partita povera di occasioni dove Il gioco si consuma per lo più a centrocampo. La Puteolana si spinge in avanti mentre la Real Aversa è più contratta, chiusa sulla propria tre quarti. Funziona discretamente l’asse offensivo granata guidato da Palumbo Celiento, ma non riescono ad essere incisivi abbastanza da incidere pienamente sulla partita. I Casertani si difendono come possono riuscendo in un paio di occasioni a rendersi pericolosi: al 27’ con Faiello, che ha tra i piedi il pallone del vantaggio ma fallisce clamorosamente e Messina sul quale Romano fa buona guardia. Finale tranquillo con gli aversani che abbassano i ritmi controllando le avanzate granata. Pari dunque che scontenta i padroni di casa che al contempo intravedono la strada da percorrere per il giusto proseguo di stagione.

TABELLINO

 Puteolana (3-4-3): Romano; Caiazzo, Riccio, Della Monica; Ruggiero (72′ Catinali), Fontanaerosa, Fibiano, Armeno; La Pietra (54′ De Marco), Palumbo (63′ Scalzone), Celiento (86′ Romeo). A disposizione: De Lucia, Tommasini, Nikolopoulos, Catinali, Sardo, Scalzone, De Marco, Delle Curti, Romeo. Allenatore: Andrea Ciaramella

Real Agro Aversa (4-4-2): Papa; Avella, Cassandro, Varchetta, Mariani; Faiello (62′ Palumbo), Gallo, Massaro (85′ Chianese), Marseglia (65’Della Corte); Messina, Simonetti (66′ Improta). A disposizione: Casillo, Lanzillo, Della Corte, Palumbo, Capone, Ndiaye, Castaldo, Chianese, Improta. Allenatore: Antonio De Stefano

arbitro: Dorillo di Torino
assistenti: Zoccarato e Zanon di Padova

marcatori: //
ammoniti: Fontanarosa,Caiazzo,Massaro
espulsi: //