Il Real Pozzuoli
Il Real Pozzuoli

POZZUOLI – Nonostante le molte defezioni e la poca rotazione del quintetto, nonostante la sorte che, troppo spesso, sembra essere avversa alla squadra di mister D’Alicandro, alla fine, i padroni di casa del Real Pozzuoli, si mostrano più forti di tuttò ciò e riescono, con grande personalità e cuore, a superare lo scoglio Cappella, aggiudicandosi 3 punti importanti. 3 punti che permettono alla ciurma gialloblu di navigare in acque tranquille in Coppa. Questa vittoria, infatti, permette al Real Pozzuoli di portarsi al primo posto del girone e di ricevere un’ulteriore carica positiva in vista della sfida di campionato di Sabato. Ma andiamo dunque a vedere come i padroni di casa sono riusciti a domare gli avversari e a strappare questa importante vittoria.

LA SFIDA – La gara inizia con ritardo, poi finalmente, dopo un’attesa snervante, arriva il fischio del direttore di gara e si aprono le ostilità. La sfida sembra il fac-simile della partita di Sabato scorso, con i padroni di casa che fanno possesso di palla e un gran dominio territoriale, ma che non riescono a finalizzare ciò che avevano meticolosamente costruito. Il portiere avversario sembra un nemico insormontabile per i padroni di casa che spingono senza riuscire a trovare il goal. E come spesso accade nel calcio, sono gli avversari a passare in vantaggio all’11 del pt. Contropiede fulmineo e Miraglia porta in vantaggio il Cappella. Mister D’Alicandro striglia i suoi, è incredibile come questa squadra subisca goal al primo tiro in porta. La reazione è orgogliosa e feroce, come l’azione di E. Daniele che porta al goal. Siamo al 22′ del pt, Daniele è caparbio a vincere una serie di contrasti, a portarsi sul fondo e calciare forte al centro, quì si fa trovare pronto Trincone che fredda il portiere avversario da pochi passi. Il forcing fino al 30esimo è dei padroni di casa, ma vuoi l’imprecisione, vuoi la bravura del portiere avversario, non riescono a trovare il goal del vantaggio. L’appuntamento al goal è però rimandato alla seconda frazione di gara. Erano scorsi 3′ minuti di gioco sul cronometro quando Ferrante con un diagonale dal limite dell’area supera il portiere avversario e porta in vantaggio i suoi. Un vantaggio meritato, ma che è destinato a tramontare ben presto. Infatti, dopo solo 3 minuti, l’eroe di poco fa, Ferrante, perde un pallone sanguinoso dal quale nasce il contropiede ed il goal del pareggio degli ospiti con Esposito. Sembra una maledizione e di rivivere l’incubo della sfida di campionato, due tiri subiti nello specchio e due goal presi. Il Real Pozzuoli non perde la testa e continua a fare il suo gioco con mister D’Alicandro che fa tenere alta la concentrazione ai suoi. La porta avversaria è serrata, la difesa del Cappella resiste come un muro di gomma su cui rimbalzano le sortite offensive dei padroni di casa. Serve un episodio, serve una magia per rompere l’equilibrio. Questa avviene al 15′ quando D. Daniele, l’uomo dei goal geniali, si inventa la rete da calcio piazzato. Tutti attendevano il cross sul palo opposto, compreso il portiere avversario, Daniele finta di metterla lì ma poi conclude sull’altro palo. Finalmente il vantaggio. Gli ospiti provano a spingersi di più in avanti nel finale, ma la difesa gialloblu fa buona guardia e tiene palla senza concedersi inutili rischi, fino al termine della gara.

VITTORIA MERITATA – Arriva poi il triplice fischio e la tensione che ha accompagnato i membri del Real Pozzuoli per tutti i 60 minuti, può finalmente tramutarsi in un urlo di gioia. Una partita vinta con merito, strappata con le unghie e con i denti. Quando recupereranno gli infortunati di certo sarà più facile per mister D’Alicando, ma quest’ultimo per ora può dormire sogni tranquilli. La squadra lo segue e migliora a vista d’occhio, di certo bisogna crescere, senza fretta, ma senza pausa, per raggiungere grandi traguardi.