Ciro Vive fotoPOZZUOLI – Ci sono sfide che possono valere una stagione. Quella di sabato tra Real Pozzuoli e Ciro Vive rischia di essere proprio una di queste. Di fronte due delle corazzate del girone C di Serie D: la seconda miglior difesa del campionato, quella dei flegrei, sfida il secondo attacco del girone, quello della formazione di Scampia. Una gara che può riservare ogni tipo di sorpresa e che si innesta in un trittico di incontri che ha visto le due formazioni già protagoniste nei quarti di finale di Coppa, con i leoni che si sono imposti complessivamente nel doppio confronto, accedendo così alle semifinali. Rivalità in campo, amicizia fuori dal rettangolo di gioco: è questo il dato che emerge dalle tre sfide finora disputate tra le due squadre. Un rapporto di stima che parte dai calcettisti per finire ai vertici societari. Rispetto, insomma, anche per la forza dimostrata dall’avversario ma consapevolezza di potersela giocare contro chiunque.

ALL’INSEGUIMENTO DELLA CAPOLISTA – I Leoni chiamano a raccolta per questa sfida al vertice tutto il pubblico puteolano, ben consci che sabato c’è bisogno anche di quello che nel gergo calcistico viene definito dodicesimo uomo, e che noi per l’occasione potremmo ribattezzare sesto uomo, visti i protagonisti in campo. Passando dalle premesse al calcio giocato, pochi dubbi di formazione per il Real Pozzuoli, con il tecnico D’Alicandro che dovrebbe poter disporre di tutti tranne il capitano Luigi Orlando, che ne avrà ancora per qualche settimana. Come di consueto il tecnico diramerà l’elenco con i convocati sabato mattina, a poche ore dal match.
IN CAMPO DOMANI – Il fischio di inizio della gara è fissato alle ore 15 di sabato 27 febbraio, la gara si svolgerà come per tutte le gare casalinghe dei gialloblù al Real Pozzuoli Sporting Club, che per l’occasione si trasformerà in una vera arena dalla quale uscirà con tutta probabilità un solo vincitore, che avrà poi il compito di condurre la rincorsa alla capolista Frattese.