real-pozzuoliSAN SEBASTIANO – Il Real Pozzuoli arriva al Palawojtyla di San Sebastiano con la voglia di offrire una grandissima prestazione contro la capolista ed imbattuta San Vitaliano. Mister D’Alicandro, che deve fare i conti con le assenze importanti per squalifica di E. Daniele ed Atrio, si affida a Del Giudice tra i pali. I quattro giocatori di movimento sono Prencipe, schierato come centrale, i laterali sono il rapido Ursomanno e Ferrante, mentre il peso dell’attacco pende sulle spalle di Cacace, pronto ad infastidire la retroguardia di casa con il suo estro e la sua tecnica.

LA GARA – Il fischio del direttore di gara riecheggia all’interno del palazzetto e può cominciare la sfida. I padroni di casa dopo un giro di lancette ci provano dalla distanza ma Del Giudice risponde presente. Al minuto 2′ arriva la prima grandissima occasione degli ospiti. I gialloblù sono maestri nelle ripartenze e lo dimostrano anche in questa occasione, peccato che il destro di Ursomanno si vada ad infrangere sul palo. Dopo solo 20 secondi ancora un palo salva il San Vitaliano: Cacace appoggia a Ferrante la cui conclusione si va a stampare sull’altro palo difesa dalla porta di Cennamo che ringrazia la dea bendata. La gara è frizzante, in campo si fronteggiano due compagini di grandi qualità ed il risultato può cambiare da un momento all’altro. Al minuto 8 è il San Vitaliano a far male in ripartenza. Ruoccolano recupera la palla, probabilmente con un fallo su Cacace, e lancia Coppola che non può sbagliare a tu per tu con Del Giudice. La reazione dei gialloblù non tarda ad arrivare e Cordua impegna severamente Cennamo. Al 20′ Ursomanno si invola e con il suo destro non lascia scampo all’estremo difensore di casa. Il numero 13 dei leoni può correre così dinanzi ai supporters puteolani e inchinarsi, come di consueto.

LA SECONDA FRAZIONE – Il Real sembra in un buon momento, con il pareggio che dà ulteriore consapevolezza agli ospiti, ma al 23′ Ferrante perde una palla sanguinosa ed ancora Coppola non sbaglia. I leoni non demordono: al 25′ Cacace ci prova con un pallonetto con Cennamo fuori dai pali. L’idea è sublime, l’esecuzione è errata per qualche centimetro. Al 29′ i padroni di casa ci provano con Busino, ma ancora Del Giudice è presente. L’ultima azione è per Volpe che impegna severamente il portiere avversario. Nella ripresa il Real parte ancora più determinato, con l’ardente desiderio di ottenere un pari giusto per quanto visto nei primi 30′ di gioco. Al minuto 2′ Ferrante prova a beffare Cennamo, ma la palla colpisce il palo esterno. Al 3′ contropiede dei leoni: Ursomanno serve Cacace che lascia partire il tiro, ma Cennamo dice no. Al minuto 8 il San Vitaliano potrebbe allungare: Busino si trova a concludere praticamente a porta vuota, la sfera colpisce il palo con Ferrante che era pronto a salvare sulla linea. Al 10′ doppia occasione prima Volpe e poi Cordua impegnano Cennamo che è bravissimo ad opporsi. Il cronometro scorre velocemente ed il Real accelera le operazioni per cercare di agguantare il pari. Al 21′ Ursomanno si gira da grande pivot superando l’avversario, ma è ancora il portiere dei blu ad avere il riflesso pronto ed infrangere i sogni di gloria della compagine ospite. Al 22′ Cacace accende il Palawojtyla. Il numero 10 estrae dal cilindro una giocata simile a quella del gol di soli 7 giorni fa, questa volta però la palla termina fuori veramente di un soffio e l’urlo del gol viene strozzato in gola. Al 25′ ci prova anche il San Vitaliano ma Del Giudice non si lascia superare. Al 27′ ancora Cacace ci prova: tunnel e conclusione, ma ancora il palo, il quarto della giornata, nega la gioia al numero 10 che avrebbe meritato miglior sorte. Al 29′ Ferrante in ripartenza se ne va e batte a rete ma Cennamo è un muro. Poco dopo Volpe si gira al volo, ma ancora il portiere dice no. Nell’ultima occasione il Real si gioca il portiere di movimento, ma viene persa palla nella propria trequarti e per Busino è un gioco da ragazzi spingere il pallone in rete.

RESA CON ONORE – Triplisce fischio. Il Real nonostante una grande prestazione non riesce a fermare il San Vitaliano. I leoni escono dal campo a testa altissima, in seguito ad una prova di gran carattere. Ci sono sconfitte e sconfitte. Quella odierna lascia un sapore agrodolce. Da una parte l’amarezza di una squadra che non merita questa classifica, ed anche oggi lo ha dimostrato. Dall’altro lato la consapevolezza che il Real è stato capace di tenere testa anche alla prima in classifica che con oggi ottiene la decima vittoria su dieci gare. Una consapevolezza resa ancora più forte dalle belle parole spese dagli sportivi padroni di casa, i quali si sono complimentati per il gioco offerto dai gialloblù. Onore ai vincitori, come giusto che sia, ma mai come in questa circostanza onore ai vinti.

San Vitaliano 3-1 Real Pozzuoli

San Vitaliano: Cennamo, Amato, Cao, Stiano, Busino, Fardello, Veneruso, Pipolo, Polverino, Ruoccolano, Coppola. All.: C. Falcone.

Real Pozzuoli: R. Daniele, Del Giudice, Ciotola, Orlando, Prencipe, Ferrante, Cordua, Di Costanzo, Ursomanno, Cacace, Volpe. Natoli. All.: L. D’Alicandro.

Marcatori: 8′ p.t. Coppola (SV), 20′ p.t. Ursomanno (RP), 23′ p.t. Coppola (SV) – 32′ s.t. Busino (SV)

Ammoniti: Stiano, Veneruso, Ruoccolano, Pipolo (S) – Ursomanno, Di Costanzo, Cordua, Cacace (RP)

Espulsi: /