POZZUOLI – L’Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute e le associazioni del comprensorio flegreo-giuglianese Acli Dicearchia, Legambiente Città Flegrea, Licola Mare Pulito, Villaricca Nuova Borgosano ed Eco della fascia costiera hanno organizzato un flash mob per domani (domenica 23 gennaio) alle ore 11 in Piazza della Repubblica a Pozzuoli (giardinetti con fontana e colonnina della Madonna) per evidenziare delicate problematiche che interessano i cittadini, come l’aumento dei beni di prima necessità, bollette di luce e gas, cassintegrazione e disoccupazione, mancati interventi per la tutela dell’ambiente, per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico-culturale. All’iniziativa ha aderito l’Associazione “Medici senza carriere” impegnata da sempre sulla carenza della medicina territoriale e sulla necessita delle cure domiciliari, al fine di non provocare ulteriori difficoltà al sistema ospedaliero che in questa delicata fase di pandemia ha mostrato tutti i suoi limiti per i tagli del passato di posti letto e personale.

LE RICHIESTE – Il flash mob è finalizzato a definire «un percorso con le istituzionali locali perché vengano affrontate le delicate problematiche di cui sopra, sollecitando i livelli regionali e nazionali per interventi concreti sui prezzi dei beni di prima necessità, sulle bollette di luce e gas, sulla tutela della salute, sulla bonifica delle discariche e degli scarichi a mare, sulla valorizzazione del patrimonio archeologico. Va, altresì, sollecitato il Ministro della Transizione Ecologica a firmare il decreto per la perimetrazione dell’area vasta di Giugliano, diventata SIN (sito di interesse nazionale), nella quale dovrebbero rientrare anche le 5 discariche di Via Provinciale Pianura, riempite di rifiuti tossici, il cui percolato ha raggiunto le falde acquifere».