IMG-20140905-WA0033
Legava i cani ai mobili con corde di 20 centimetri

NAPOLI – Viveva in uno stato di fatiscenza e di degrado, in gravissime condizioni igienico-sanitarie, con 65 gatti e 18 cani, alcuni dei quali legati ad un mobile con corde di massimo 20 centimetri. L’alloggio abitato da una 61enne, sito al quinto piano di un edificio in via Cupa Santa Cesarea a Scampia, scarsamente illuminato, emanava un odore nauseabondo verosimilmente causato dalle pessime condizioni igieniche.

 

 

LAVAVA I PAVIMENTI GETTANDO SECCHIATE DI ACQUA A TERRA – Gli agenti del Commissariato Scampia si sono recati presso l’appartamento della donna, in ausilio dei Vigili del Fuoco. Questi ultimi erano stati contattai dai condomini che lamentavano da giorni infiltrazioni provenienti dall’appartamento della 61enne che però si rifiutava di fornire spiegazioni. Dopo aver convinto la donna ad aprire la porta, i poliziotti hanno constatato lo stato dell’appartamento. Per quanto riguarda le infiltrazioni, i vigili del fuoco hanno poi accertato che erano dovute all’abitudine della donna di pulire il pavimento con grossolane secchiate d’acqua.

SEQUESTRATI GLI ANIMALI – Il personale medico-veterinario dell’ASL ha poi accertato il grave stato di salute e di subìto maltrattamento degli animali che sono stati pertanto tutti sequestrati ed affidati a spese dello Stato a due Ditte della provincia di Caserta. La donna è stata denunciata in stato di libertà per maltrattamento di animali.