tanica_benzina-2
Il 44enne ha cosparso di benzina la porta dell’abitazione in cui si era rifugiata la donna

VARCATURO – Dopo aver litigato con la moglie, vittima dei suoi continui abusi, ha tentato di incendiare la porta dell’abitazione nella quale la donna si era rifugiata. Così è finito in manette un 44enne di Varcaturo, arrestato dai carabinieri della stazione di Varcaturo, insieme a colleghi della tenenza di Marano, hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 44enne del posto. I militari, allertati da una richiesta d’aiuto pervenuta al 112, sono intervenuti e hanno bloccato l’uomo che poco priva aveva tentato di incendiare, dopo averla cosparsa di liquido infiammabile, la porta di ingresso dell’abitazione dove si era rifugiata la moglie 34enne. La donna si era allontanata dalla casa coniugale per sottrarsi ai continui episodi di violenza fisica e piscologica alle quali il marito la sottoponeva negli ultimi 5 anni, anche in presenza del figlio minore. L’arrestato, trovato ancora in possesso della tanica contenente liquido infiammabile, è stato tradotto, nel carcere di Poggioreale.