POZZUOLI – Trema ancora la terra a Pozzuoli. Stamattina le lancette dell’orologio segnavano le 9 e 10 minuti quando i sismografi dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato una scossa di magnitudo 2.6 con epicentro in zona Pisciarelli. Tanta la paura tra i residenti. C’è chi ha visto oscillare i lampadari, chi ha sentito tremare i letti. Gli abitanti dell’area prossima all’epicentro hanno parlato di un vero e proprio boato. La scossa è stata avvertita in tutta la parte alta della città, ma anche a Monterusciello, Quarto e a Pianura. Al momento non si registrano danni. Nella settimana dal 14 al 20 dicembre 2020 nell’area dei Campi Flegrei sono stati registrati 96 terremoti. Nella notte del 20 dicembre è stato registrato uno sciame sismico consistito in una sequenza di 5 terremoti. Secondo quanto risulta dal bollettino settimanale, a cura dell’Osservatorio Vesuviano, il valore medio del sollevamento a partire da settembre 2020 è di circa 10 millimetri al mese, in incremento rispetto al valore di circa 6 millimetri al mese registrato precedentemente a partire da gennaio 2020. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di RITE è di circa 67.5 centimetri a partire da gennaio 2011.

IL LIVELLO DI ALLERTA – L’amministrazione comunale sottolinea alla cittadinanza il divieto di avvicinarsi all’area di emissione di fluidi di Pisciarelli per il pericolo di emissioni di fango ad alta temperatura. Dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione.