De-Luca-trasporti-gratis-1-1024x683TRASPORTI – Finalmente una buona notizia per gli studenti campani, dal 20 luglio 2016 potranno richiedere gli abbonamenti gratuiti, salvo spese per la gestione della pratica e cauzione, per il percorso casa/scuola. Un passo in avanti verso l’implementazione del diritto allo studio troppo spesso negato nella nostra Regione ed in tutto il Sud. Una promessa fatta in campagna elettorale e mantenuta dal Presidente De Luca.

Cumana MontesantoCHI E COME PUO’ RICHIEDERLO –  Potranno presentare domanda gli studenti in possesso dei seguenti requisiti: residenza in Campania, età compresa tra gli 11 e i 26 anni compiuti, iscrizione a scuola secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori) o università, distanza casa-scuola superiore a 1,0 km, possesso della certificazione ISEE non superiore a € 35.000. Sono esclusi gli studenti iscritti a Facoltà Universitarie Telematiche e a corsi di formazione professionale. Per richiedere rilascio dell’abbonamento, gli utenti dovranno registrarsi sul sito del Consorzio Unico Campania nella sezione dedicata, dove sarà possibile compilare e stampare il relativo modulo. Il tutto però avrà un costo pari a 50€, 10€ per la gestione della pratica e 40€ per la cauzione sulla smart card personalizzata che sarà restituita allo scadere dell’abbonamento.

TIPOLOGIA DI ABBONAMENTO – Gli abbonamenti potranno essere aziendali o integrati, riguarderanno il trasporto su ferro, gomma e marittimo e avranno validità solo nei giorni feriali e fino al 31/07/2017. Non sono previsti rimborsi per coloro che sono già in possesso di una abbonamento con scadenza oltre il 20 Luglio 2016. Insomma un “bel colpo” messo a segno dalla giunta regionale campana, anche se probabilmente si potrebbe migliorare la proposta eliminando le spese per il deposito cauzionale ed allargando la platea dei beneficiari anche ai non residenti, in modo da rendere ulteriormente attraente studiare nella nostra regione. Ora non resta che migliorare il servizio e le infrastrutture per riportare il trasporto campano a livelli degni di una moderna regione europea. Questa è la sfida più difficile per il governatore ed è la vera sfida. Inoltre resta sempre da rivedere la nuova struttura tariffaria lanciata nel 2015 dalla giunta Caldoro che, per le innumerevoli tipologie di ticket introdotti, ha determinato grande confusione tra gli utenti ed ha penalizzato in termini di costi alcune aree della regione come quella flegrea, dove Cumana e Circumflegrea, per giunta, continuano ad offrire un servizio scadente.