MONTE DI PROCIDA – Il 7 luglio 1994 è una data che nessuno a Monte di Procida potrà mai dimenticare: ventisei anni fa un gruppo di terroristi islamici assaltarono il mercantile Lucina, ancorato a Djendjen, cittadina a 300 chilometri dalla capitale Algeri. Le vittime erano tutte italiane: il Comandante Salvatore Scotto di Perta, detto “Luciano”, 34 anni, di Monte di Procida; il direttore di macchina Gerardo Esposito, 48 anni di Monte di Procida; primo ufficiale Antonio Scotto Lavina, 49 anni, di Monte di Procida; il secondo ufficiale Antonio Schiano di Cola, 40 anni, di Procida; il marinaio Domenico Schillaci, 24 anni, di Porto Empedocle; il marinaio Andrea Maltese, 38 anni, di Trapani; il mozzo Gerardo Russo, 27 anni, di Torre del Greco. Oggi, a distanza di 26 anni, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale a nome dell’intera comunità Montese «si stringono alle famiglie ricordando commossi in particolare i nostri tre concittadini.»