di Gennaro Del Giudice

2560POZZUOLI – Sorge sul punto più alto della città, sovrasta la collina di San Gennaro e ha lo sguardo rivolto verso il mare l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli. In quella cittadella militare ci sono allievi, cadetti, ufficiali, sottufficiali, in tutto quasi 500 anime. Un fiore all’occhiello della nazione che dà lustro alla città di Pozzuoli e ai Campi Flegrei. Solo apparentemente chiusa dentro quelle alte mura, l’accademia vive quotidianamente il territorio e interagisce con la popolazione flegrea. «La nostra scelta è stata di relazionarci con l’area flegrea e con la città che ci ospita. Una volta i cadetti andavano a Napoli, oggi vanno in piazza a Pozzuoli – racconta il comandante dell’Accademia Aeronautica, il Generale di Squadra Aerea, Fernando Giancotti , che abbiamo incontrato nel suo ufficio –  Con le istituzioni locali il rapporto è perfetto, e noi ci sentiamo e ci piace essere parte del territorio. Sono tanti i progetti che hanno come scopo relazione e collaborazione con la città flegrea. Un esempio è stato l’esercitazione Efesto, che ha contributo ad affinare i piani e la sinergia con gli altri enti coinvolti nelle eventuali situazioni di emergenza». Ma”Efesto” è stata solo uno degli esempi di sinergia col territorio, tra i quali spiccano “Accademia aperta”, che il 4 novembre scorso ha portato nella cittadella 1500 studenti, Telethon, una conferenza su “Usura e attivazione centro anti-usura”, raccolte alimentari e la manifestazione “Pozzuoli ricorda”, dedicata alla memoria delle vittime di Monteforte Irpino.

Intervista gernerale (10)
Il Generale di Squadra Aerea, Fernando Giancotti illustra i progetti

IL PROGETTO –  Ma l’Accademia Aeronautica è anche sensibilizzazione e rapporto con i giovani del territorio flegreo. E in virtù di tutto ciò che nei prossimi giorni partirà il progetto “Mentore” che vedrà i giovani cadetti impegnati accanto agli studenti delle scuole puteolane «A settembre abbiamo in programma un’altra attività di relazione con il territorio con i cadetti che faranno da formatori per i più giovani. – spiega il Generale Giancotti– Infatti i cadetti faranno da tutor per gli studenti con disagio sociale, in particolare per la prevenzione al fenomeno del bullismo. Le scuole nelle quali interverranno sono state individuate attraverso i servizi sociali del comune di Pozzuoli, col cadetto che farà da mentore per lo studente» aggiunge il Comandante mentre mostra una brochure dove in prima pagina campeggia lo slogan: “Missione e Visione”, sintesi del lavoro dell’accademia. “Missione” sinonimo di “cosa dobbiamo fare” “scegliere, formare e ispirare comandanti e professionisti esemplari, determinati a servire con eccellenza e dedizione il Paese”; e “Visione”, ovvero “chi vogliamo essere”, sintetizzato in “Una squadra coesa di personale militare e civile, tesa al miglioramento continuo, che per capacità, impegno e senso etico di ognuno produca formazione di eccellenza ammirata nel mondo”.

Intervista gernerale (2)
Il Generale Giancotti

LA MISSIONE – L’Accademia Aeronautica di Pozzuoli è un istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere alla selezione, al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare Ufficiali dell’Aeronautica Militare in servizio permanente. Il reclutamento avviene in tutta Italia, numerosi aspiranti ufficiali vengono proprio dal Sud Italia. Tra questi c’è un’eccellenza, l’allievo Caputo, laureato con 110 e lode, proprio un giovane meridionale tra i più brillanti del suo corso. Ma l’apertura verso Pozzuoli e i Campi Flegrei non è solo della struttura militare, ma anche del numero uno della scuola militare, nei mesi scorsi nominato socio onorari del Rotary Club Pozzuoli «Sono onorato di essere socio del Rotary che fa sinergia con il territorio. Ho rifiutato altri Rotary non per snobismo ma per il rapporto col territorio».

GRANDE POTENZIALE – E proprio verso la gente flegrea che il Generale Giancotti, che il prossimo 23 settembre terminerà il proprio mandato, ha parole di elogio «Qui ho trovato un paradiso, gente in gamba che ha voglia di meglio. Spero di aver lasciato la voglia di fare meglio. Lo stereotipo del sud salterà nel momento in cui ci sarà la volontà di migliorare. Questo istituto ha un potenziale molto alto, siamo un riferimento per la formazione di ufficiali. Le eccellenze italiane vengono a Pozzuoli per fare seminari. Su 6 astronauti reclutati dall’ESA su 8500 in tutta Europa due provengono da Pozzuoli».

LE FOTO