POZZUOLI – I carabinieri della Compagnia di Pozzuoli portano avanti i servizi volti a tutelare l’ambiente. A Licola i militari della locale stazione, insieme ai colleghi forestali, hanno sequestrato un’officina meccanica. I carabinieri hanno ispezionato l’attività commerciale senza insegna che era in via Strada del Cantiere e hanno trovato degli scarichi abusivi. Le acque reflue industriali venivano sversate direttamente nella fognatura pubblica. Trovati anche residui di vernice, prova dell’attività di carrozzeria abusiva con l’emissione in atmosfera non autorizzata e la gestione incontrollata di rifiuti pericolosi. L’attività commerciale di circa 100 metri quadrati è stata sequestrata come l’area antistante di altri 140 metri quadrati. Denunciato a piede libero il titolare.

IL BLITZ A QUARTO – A Quarto, invece, i carabinieri della locale tenenza, insieme ai militari della stazione forestale di Pozzuoli, hanno denunciato a piede libero i 2 titolari di un’altra officina meccanica. L’attività, anche questa volta senza insegna, era a via Salvo d’Acquisto. Analoghi anche i motivi che hanno costretto i carabinieri a sequestrare l’attività: acque reflue industriali nella fognatura pubblica e gestione di rifiuti incontrollata. L’officina, di circa 80 metri quadrati, è stata sequestrata.