POZZUOLI – Una partecipazione attiva e curiosa ha aperto le porte della scuola Diano alla  presentazione di Maria Panetti Petrarca e della sua opera teatrale ” Maria Puteolana”-,  in seno al laboratorio teatrale guidato dalla professoressa Margherita Buono. Studenti delle classi prime, riuniti, nell’ora dedicata alla teatralità, hanno avuto modo di ascoltare le gesta della leggendaria eroina puteolana, direttamente dalla voce di Pasqualina Petrarca, figlia della scrittrice che ha dato vita al romanzo, nel primo ventennio del secolo scorso. «Sono orgogliosa di poter veicolare il lavoro svolto da mia madre finalizzandolo alla promozione  della cultura scolastica puteolana», ha dichiarato  la relatrice, commossa. Diverse le domande sollevate dai discenti che, mediante l’approccio pedagogico adottato dalla referente Buono, hanno l’opportunità di realizzare, partendo da una ispirazione suggerita per l’appunto dalle storie ascoltate in classe, attraverso tappe di lavoro programmato, un vero e proprio copione. Il laboratorio di teatro nella scuola non ha come fine quello di forgiare degli aspiranti attori, ma di educare gli alunni nell’apprendimento di linguaggi anche non verbali e di rinsaldare le abilità collegate all’esperienza scolastica. «Il mezzo ludico-espressivo stimola situazioni di gratificazione e partecipazione creativa» asserisce la docente Buono che da anni lavora  all’animazione teatrale nella scuola. «Sono molto soddisfatta del riscontro che l’opera Maria Puteolana sta registrando , a piccoli passi, sul nostro territorio», commenta l’assessora alla Cultura di Pozzuoli, Stefania De Fraia, promotrice della diffusione dell’opera nel comune puteolano.