QUARTO – E’ rivolta in città per la distribuzione dei buoni pasto e in generale per gli aiuti economici da elargire per far fronte alle difficoltà legate al blocco delle attività per l’epidemia di coronavirus. Decine di cittadini questa mattina si sono radunati all’esterno del Comune di Quarto per far sentire la propria voce, davanti a carabinieri, municipale e polizia in assetto anti-sommossa. Sull’uscio della palazzina il sindaco Antonio Sabino, parlando con un megafono, ha spiegato che già il 30 per cento delle risorse a disposizione sono state messe in campo e con cadenza regolare si stanno stilando le relative graduatorie. Nonostante le rassicurazioni del primo cittadino, però, gli animi sono rimasti accesi a lungo.