QUARTO – Coraggio, orgoglio e generosità. Proprio nel significato più profondo di queste parole è racchiuso lo spirito della 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021. Le Giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown. Anche quest’anno la grande manifestazione di piazza del FAI, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani – dopo i mesi difficili vissuti – nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città e 19 Regioni italiane, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. A Quarto sarà possibile conoscere il monumento di età romana noto come “Fescina”, Luogo del Cuore FAI 2021 vincitore in Campania, che sorge all’interno dell’area dei Campi Flegrei nella Necropoli di Via Brindisi. Il mausoleo funebre si presenta con una rara struttura a cuspide piramidale, tanto unico da far pensare a scambi commerciali tra Quarto e le città greche. Nell’area circostante sono state rinvenute tracce di incinerazioni, tombe e sepolture, oltre ad anfore e urne. Le visite sono a cura dell’Associazione Anteas – Amici dei Campi Flegrei APS.

A BACOLI – A Bacoli si svolgerà la “Passeggiata Misenate”, che parte dal Teatro Romano di Miseno, visitabile attraverso alcuni cunicoli sotterranei, e prosegue al Sacello degli Augustali dove è possibile osservare il bacino che costituiva l’antico porto di Miseno, per concludersi alla Grotta della Dragonara, una cisterna scavata nel tufo oggi semisommersa dall’acqua a causa dei fenomeni bradisismici. Le visite sono a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Lucio Anneo Seneca” di Bacoli.

COME PARTECIPARE – Nel rispetto della normativa vigente (Decreto Sostegni del 22 aprile 2021), per partecipare alle Giornate FAI di Primavera, è obbligatorio prenotarsi sul sito www.giornatefai.it entro e non oltre la mezzanotte del giorno precedente la visita. Gli ingressi saranno disponibili fino all’esaurimento dei posti di ogni turno per garantire la sicurezza di tutti.