QUARTO – La convenzione tra il Comune ed il Banco Alimentare non sarà rinnovata per l’anno 2019. Ed è già polemica per una decisione che di fatto si riverserà su circa 150 nuclei familiari che fino ad oggi hanno potuto beneficiare del così detto “pacco alimentare”, una dazione mensile di beni di prima necessità riservata ai meno abbienti.

“PORTA CHIUSA IN FACCIA A CHI È IN DIFFICOLTÀ” – A gettare benzina sul fuoco è stato subito l’ex sindaco Rosa Capuozzo che commentando la decisione di dare l’addio all’aiuto, ha attaccato duramente l’amministrazione guidata dal primo cittadino Antonio Sabino: «Il sindaco, sabato durante la manifestazione “Quarto in Luce”, ha dichiarato che hanno dato un bel calcio non per aprire ma per sfondare una porta. Quella porta l’hanno definitivamente chiusa in faccia a chi vive in difficoltà. Tutto ciò proprio dopo le parole del governatore della Campania Vincenzo de Luca che, sempre sabato alla stessa manifestazione “Quarto in Luce”, ha dichiarato: “Abbiate rispetto per la povertà. Vogliate bene ed aiutate chi vive in povertà”. Proprio a seguito di queste parole non avremmo mai pensato che l’amministrazione potesse intraprendere un’azione del genere».

“FINO AD ORA AIUTO FORNITO IN MANIERA SBAGLIATA” – Antonio Sabino ha però spiegato: «Fino ad oggi questo aiuto di tipo sociale è stato organizzato in maniera sbagliata, all’esterno dell’ambito di cui fa parte Quarto. Stiamo vagliando il modo di farlo rientrare invece al suo interno, così come è previsto». Dunque, una decisione politica presa da via De Nicola per rispettare quanto previsto in materia. Ma, come visto, era praticamente impossibile non dare vita a nuove polemiche, andando a toccare un tasto così delicato come quello delle politiche sociali.