di Alessandro Napolitano

Da sinistra: De Magistris, Capuozzo e Pugliese
Da sinistra: De Magistris, Capuozzo e Pugliese

QUARTO – Sì agli impianti di geotermia, ma solo a quelli di piccole dimensioni. Un no secco, invece, alle strutture più complesse, potenzialmente pericolose. E’ quanto hanno deciso i tre sindaci incontratesi oggi al Comune di Quarto: il “padrone di casa” Rosa Capuozzo, il sindaco di Monte di Procida Giuseppe Pugliese ed il primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris.

L’ACCORDO – Dall’accordo siglato, dunque, emerge un chiaro segnale: lo sfruttamento geotermica è sì una risorsa, ma solo se effettuato tenendo in considerazione le caratteristiche dei Campi Flegrei. «L’utilizzo della geotermia come fonte sostenibile per la produzione di energia elettrica e termica è sicuramente per l’area Flegrea tutta, e nello specifico per il territorio del Comune di Quarto, una grande risorsa da utilizzare con sapienza e accortezza – si legge nel documento d’intesa firmato dai tre sindaci – Punto di partenza di quest’analisi è la presenza di grandi quantità di risorse geotermiche diffuse su ampie aree territoriali spesso a profondità poco rilevanti o addirittura affioranti. La volontà di quest’amministrazione è di utilizzare tale risorsa attraverso la realizzazione di molteplici micro impianti diffusi sul territorio che abbiano capacità produttive in termini energetici che vadano da pochi chilowattora a poche decine di chilowattora. Ciascun impianto dovrà essere corredato di un’attenta valutazione del rischio connesso e di un’adeguata progettazione».

«PERCORSO CONDIVISO» Nel documento, inoltre, vengono elencati i “paletti” a cui adeguarsi per la realizzazione degli impianti più piccoli: utilizzo di una fonte energetica sostenibile ad oggi praticamente non utilizzata o troppo scarsamente utilizzata; eliminazione del rischio connesso agli impianti; ridistribuzione di ricchezza in termini energetici ed efficientamento su logiche sostenibili. «L’incontro di questa mattina è solo l’inizio di un percorso condiviso tra sindaci – ha spiegato il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo – D’ora in avanti avremo diversi tavoli istituzionali di lavoro su molteplici tematiche di interesse generale, a cominciare dalla geotermia».