Eccoci-1
Il taglio del nastro al centro “Eccoci”

POZZUOLI – E’ stato inaugurato questa mattina a Pozzuoli “Eccoci”, il Centro di pronta e transitoria accoglienza per minori e donne in difficoltà. La struttura nasce in via Arturo Martini a Monterusciello in una ex scuola abbandonata, vandalizzata e diventata ricettacolo di rifiuti. Grazie a un PON “Sicurezza per lo sviluppo” e ai fondi del Ministero dell’Interno, l’edificio è stato recuperato e destinato a Centro di accoglienza per combattere il disagio minorile, i maltrattamenti familiari, la violenza su donne e bambini. La struttura, la prima a Pozzuoli, si estende su mille metri quadrati ed è dotata di un ampio atrio d’ingresso, uffici, laboratori per l’assistenza psicologica, soggiorno mensa e cucina, un laboratorio informatico, sei camere da letto e servizi. Vi opereranno assistenti sociali, psicologi ed educatori professionali.

 

Eccoci-4
Le cucine del centro “Eccoci”

ISTITUZIONI A MONTERUSCIELLO – All’inaugurazione sono intervenuti il questore di Napoli Guido Marino, il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, l’assessore alle Politiche Sociali Teresa Stellato, l’assessore alla Pubblica Istruzione Alfonso Trincone e i rappresentanti delle forze dell’ordine locali. «Sono orgoglioso e soddisfatto per quanto siamo riusciti a fare in poco tempo recuperando e valorizzando una struttura abbandonata – ha dichiarato il sindaco Figliolia – Si tratta di un centro voluto fortemente dall’amministrazione in un quartiere che rappresenta per numero di abitanti la metà di Pozzuoli e dove esistono disagio sociale e tante difficoltà. Monterusciello richiede la presenza delle istituzioni e noi qui stiamo facendo e faremo investimenti importanti e dedicheremo tante attenzioni».

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]