QUARTO – «Si occuparono dei funerali show dei Casamonica, a Roma, nel 2015: ora i re delle pompe funebri partenopee – gli Eredi Cesarano – hanno ricevuto l’interdittiva antimafia. A loro carico sono emersi una raffica di indizi per legami con la camorra. È l’ennesimo colpo ai clan e ai loro fiancheggiatori. Grazie alle forze dell’ordine, al prefetto, agli investigatori. La pacchia è finita e non ci fermiamo!». A dirlo è stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini. La ditta funebre “Eredi Cesarano Srl”, con sede a Calvizzano, si è occupata nell’estate del 2015 dei funerali di Vittorio Casamonica.

I FUNERALI SHOW – Le esequie furono celebrate nella chiesa di Don Bosco, a Roma. Carrozze, petali di rosa lanciati da un elicottero e musica del Padrino suonata da una banda musicale fecero da cornice alla cerimonia. Tre anni fa Ciro Cesarano, uno dei titolari dell’agenzia funebre di Calvizzano, cercò di giustificare l’accaduto: «I funerali in carrozza non sono una novità. Abbiamo contatti con agenzie funebri di tutta Italia perché siamo tra i pochi ad avere l’attrezzatura per il trasporto». Quella che era la singola impresa Cesarano, nel corso degli anni, si è trasformata in un gruppo di aziende autonome gestite dai discendenti del fondatore Alfonso. Queste società operano in varie zone della provincia di Napoli, quali: Marano, Mugnano, Qualiano, Villaricca, Quarto e Giugliano.