QUARTO – Una fiaccolata davanti alla casa della famiglia Fabozzi in via Beccali, a Quarto. Questa l’iniziativa promossa per sostenere gli inquilini della palazzina che hanno ricevuto un’ordinanza di sfratto e demolizione. «Negli anni non sono bastati condono e concessioni a costruire; per un piccolo cavillo burocratico quattro famiglie vedranno demolire la loro casa, costruita con i sacrifici di anni di duro lavoro. Noi cittadini non ci stiamo, vogliamo essere vicini alle famiglie e dimostrare la nostra presenza. Ci vediamo sabato alle 17 per una fiaccolata, mantenendo tutte le distanze con il supporto della Protezione Civile e delle parrocchie per fermare questa ingiustizia. Facciamo appello alle istituzioni e alle associazioni del nostro territorio di partecipare e supportarci. Invitiamo tutti i commercianti a chiudere le attività commerciali per partecipare al presidio di solidarietà», affermano i promotori dell’iniziativa.

LA VICINANZA DEL PD – «In un momento storico del genere in cui le difficoltà oltrepassano l’immaginazione, è inaudito un tale accanimento – si legge in una nota diffusa dal Partito Democratico di Quarto – . Ben 4 nuclei familiari rischiano l’abbattimento della loro prima casa, per altro condonata, per via di cavilli legali. Non vogliamo entrare in merito alla questione giuridica, semplicemente sottolineare che è impensabile lasciare famiglie allo sbando e senza un tetto sulla testa durante una pandemia. Non possiamo che unirci all’accorata richiesta del sindaco e delle istituzioni di questa città, per cercare di ottenere “almeno” uno slittamento dell’applicazione delle leggi ad un periodo più tranquillo, sperando che la magistratura in ogni caso si ravveda e riesca a trovare una soluzione perché queste famiglie non debbano lasciare la casa in cui hanno vissuto per decenni».