rosaria_capacchione
La senatrice Rosaria Capacchione, membro della commissione parlamentare antimafia

QUARTO – Una nuova interrogazione parlamentare è stata presentata dai senatori Rosaria Capacchione e Peppe De Cristofaro, ancora una volta incentrata sulla cittadina flegrea. In particolare, i due componenti delle commissione parlamentare Antimafia, chiedono risposte in merito all’affidamento del servizio di manutenzione straordinaria di acquedotto e fognature di Quarto alla ditta Fradel, colpita da interdittiva antimafia confermata nell’aprile scorso.

AFFIDAMENTO PER OLTRE 2,7 MLN – Nonostante il provvedimento della Prefettura, però,  nel giugno del 2015 alla società è stato affidato il servizio assieme alla consorziata Costrame  di Afragola.  Oltre 2,7 milioni di euro l’importo dell’affidamento. Contro l’interdittiva era arrivata una sentenza favorevole alla ditta da parte del Tar, poi “sconfessata” dal Consiglio di Stato che in pratica ripristinava il provvedimento.

INTERROGAZIONE AL MINISTRO ALFANO – Con l’interrogazione parlamentare, i due senatori chiedono al ministro dell’Interno, Angelino Alfano «Quali iniziative di propria competenza il Ministro in indirizzo intenda intraprendere, con la massima sollecitudine, per accertare la veridicità dei fatti denunciati; se risulti che l’amministrazione comunale di Quarto abbia risolto il contratto con la ditta Fradel o se l’esecuzione del contratto sia stata affidata ad un commissario; se siano state attivate le procedure ispettive per verificare la correttezza amministrativa nel Comune di Quarto sottoposto, in conseguenza dello scioglimento per condizionamenti mafiosi, alla vigilanza del Ministero; se siano stati effettivamente rimossi tutti gli ostacoli, umani e ambientali, che per oltre 20 anni, hanno impedito in quella cittadina il corretto esercizio delle pratiche amministrative e del diritto di voto».