POZZUOLI – Stadio, rapporti con il nuovo sindaco, obiettivi, amichevoli e il campionato che sarà. La nuova stagione sportiva è alle porte e la Puteolana 1902 questa mattina si è presentata al pubblico con il presidente Pietro Di Costanzo, il vicepresidente Tamburrino ed il ds Pirone che hanno parlato nella sala stampa dello stadio Domenico Conte di Pozzuoli. Intanto è attesa per i due acquisti di mercato annunciati ieri dal nostro giornale i cui nomi non sono ancora stati ufficializzati.

LO STADIO«Si apre un nuovo anno, dove andremo ad affrontare realtà e squadre blasonate. Sindaco di Pozzuoli? Abbiamo avuto un primo incontro ed è stato positivo, sicuramente ce ne saranno di altri. -ha detto Pietro Di Costanzo- Dobbiamo infatti discutere dello stadio e dei lavori, devo però dire che il nuovo sindaco è molto propositivo verso la nostra realtà. Che campionato sarà? Non vogliamo fare la comparsa, non andremo a fare la vittima sacrificale. Diremo la nostra e vedremo dove si riuscirà ad arrivare. I calciatori riconfermati sono Maiellaro, Amelio, Catinali, Di Giorgio, Fontanarosa, Grieco, Fibiano, Guarracino, Accietto».

IL GIRONE DI SERIE D – «Dalla conclusione del precedente campionato ad oggi non ci siamo mai fermati. -ha aggiunto invece Tamburrino- Abbiamo continuato a lavorare e ci siamo interfacciati con le istituzioni. Siamo consapevoli che sarà un campionato lungo e intenso. Girone? Non abbiamo nessuna preferenza, sappiamo che dovremo giocarcela con chiunque e che per disputare un campionato di tale portata dovremo dare il massimo, dall’inizio alla fine».

LE AMICHEVOLI – «Si partirà il 20 luglio con la preparazione pre-campionato, presumibilmente non ci sarà ritiro. Abbiamo in programma diverse amichevoli, sicuramente con il Taranto e la Turris, e attendiamo la conferma per un match con una squadra di Serie B. -ha concluso invece il Ds Pirone- L’obiettivo quest’anno è sicuramente tenere la categoria, sul mercato stiamo lavorando, ma sappiamo che il cammino è lungo. Vogliamo prendere calciatori che si adattino bene al sistema di gioco del mister.»