di Alessandro Napolitano

Carbinieri: controlli a San Lorenzo, Appio, Quadraro e CinecittàPOZZUOLI – Un fine settimana di intensi controlli quello appena trascorso. E che ha visto i carabinieri impegnati su più fronti, principalmente lungo le strade dei Comuni flegrei. L’operazione più importante in via Campana, lungo il tratto puteolano, dove due persone già note alle forze dell’ordine hanno tentato di sfuggire all’alt impostogli dai militari. I due – Giovanni Iacuaniello di 26 anni e Vincenzo Liccardi di 28, entrambi residenti a Monterusciello – erano in sella ad uno scooter quando si sono trovati di fronte il posto di blocco. Chi era alla guida ha accelerato nel tentativo di evitare i carabinieri. Che invece si sono lanciati all’inseguimento dei due, riuscendo a bloccarli dopo un lungo inseguimento. Tra i due e i militari è nata anche una colluttazione, al termine della quale, però, i due non hanno potuto far altro che “arrendersi”. Per entrambi l’accusa è di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Ora si trovano agli arresti domiciliari in attesa del processo direttissimo.

FURTO NEL SUPERMERCATO – E’ costata invece una denuncia a piede libero per furto e ricettazione quanto fatto da una donna di 54 anni e da suo genero di 32 all’interno di un noto supermercato di via Montenuovo Licola Patria. La donna, accortasi che un cliente del punto vendita aveva lasciato incustodito il proprio telefono cellulare su uno degli scaffali, lo ha preso e consegnato al complice. Il tutto però è stato immediatamente scoperto dai presenti, facendo finire nei guai la donna e suo genero. Denunciati a piede libero anche un 54enne di Monterusciello e un 45enne della provincia di Venezia per possesso ingiustificato di chiavi alterate. CARABINIERI AGGREDITI – Per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale è stato inoltre denunciato il titolare di un lido balneare di Bacoli, in via Dragonara. I carabinieri, chiamati da alcuni residenti della zona che lamentavano il volume della musica troppo alto, sono stati “accolti” dall’uomo con parole pesanti. Infine i controlli stradali, il cui bilancio è di sei denunce per guida senza patente, 12 veicoli sequestrati e verbali per circa 13mila euro.