POZZUOLI – Ci sono i primi denunciati per il caso del video hot finito in rete e che vede protagonista una giovane di Pozzuoli. Sarebbe stata proprio lei, attraverso un esposto, a fare i nomi di coloro ora accusati di violazione della privacy e diffamazione. Lo si apprende da fonti giudiziarie, secondo le quali in Procura è arrivato una prima informativa del commissariato di polizia di Pozzuoli.

INDAGINI AL MAGISTRATO DEL CASO CANTONE – Le indagini sono coordinate dal Procuratore aggiunto Fausto Zuccarelli, ma al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. Il magistrato, specializzato in reati informatici, è lo stesso che si occupa della vicenda riguardante Tiziana Cantone, la 31enne che si è tolta la vita dopo la pubblicazione di un suo filmino hard. Nei giorni scorsi, l’autore del video con la giovane puteolana ha sporto denuncia per intromissione abusiva nel suo telefono cellulare, una sorta di furto informatico del file presente sul suo smartphone.