POZZUOLI – Manca poco per il passaggio del Movimento 5 Stelle nella coalizione di centrosinistra. Insieme ai grillini, dopo cinque anni di opposizione, anche Pasquale Giacobbe e il consigliere comunale Guido Iasiello (alle ultime elezioni candidati rispettivamente a sindaco e consigliere con Forza Italia) sono pronti al salto dall’altra parte della barricata. La “fumata bianca” è attesa per i prossimi giorni, anche se l’apertura ufficiale è prevista per oggi pomeriggio durante una riunione di coalizione alla quale parteciperanno il Partito Democratico, Democrazia e Libertà, Italia Viva, Progetto in Comune, Iniziativa Democratica, Davvero Ecologia e Sinistra Italiana.

LA SPACCATURA – Le sette forze di coalizione sostengono la candidatura a sindaco dell’assessore al bilancio Paolo Ismeno e sono contrarie alle primarie richieste dall’altra parte del Pd che sostiene il presidente del consiglio Gigi Manzoni insieme a Campania Libera, Europa Verde, Spazio in Comune, Pozzuoli Siamo Noi e Progressisti per Pozzuoli. Una spaccatura sulla quale sta lavorando la segreteria provinciale del Pd che ha paventato l’ipotesi di un “terzo nome”: soluzione rifiutata venerdì scorso dallo stesso Manzoni che ha rilanciato la richiesta di primarie. Per domani un nuovo incontro è in programma a Napoli insieme al segretario dem Marco Sarracino.