Il sequestro di carne durante i controlli di carabinieri e Asl

POZZUOLI – Carne in cattivo stato di conservazione, forno senza i requisiti igienico-sanitari e il titolare senza il libretto sanitario. E’ quanto scoperto dai Carabinieri della stazione di Licola che insieme ai funzionari dell’Asl Napoli 2 Nord hanno denunciato in stato di libertà, per violazione alle leggi a tutela della salute pubblica G.S., 38enne residente a Pozzuoli. Durante i controlli all’interno di un esercizio commerciale per la vendita di alimenti in via Arco Felice Vecchio, i militari hanno accertato la presenza di 3 chilogrammi di carne in cattivo stato di conservazione ma comunque esposta per la vendita al pubblico.

 

FORNO NON IN REGOLA – Inoltre, durante le ispezioni, è stato riscontrata la presenza di un forno senza i previsti requisiti igienico-sanitari. Al 38enne è stata anche contestata una sanzione amministrativa per mille e trecento euro per il mancato rinnovo del libretto sanitario. L’uomo, titolare dell’esercizio commerciale per la vendita di alimenti che sorge in via Arco Felice Vecchio, è stato denunciato a piede libero. Sequestrata la carne avariata.